INVIACI LE FOTO DELLA TUA TARTUFAIA!
Verranno inserite nella nostra fotogallery.
Mandaci una mail

Le nostre piante

CERRO ( quercus cerris L.)

Quercus Cerris L.
CARATTERISTICHE BOTANICHE Caducifoglia raggiunge altezze fino a 30/35 mt. Il tro …

dettagli
LECCIO ( quercus ilex L.)

Quercus Ilex L.
CARATTERISTICHE BOTANICHE Quercia sempreverde che può raggiungere i 20/25 …

dettagli
CARPINO NERO (ostrya carpinifolia scop.)

Ostrya Carpinifolia Scop.
CARATTERISTICHE  BOTANICHE Caducifoglie di medie dimensioni che difficilmen …

dettagli
ROVERELLA (quercus pubescens Wild.)

Quercus Pubescens Willd.
  CARATTERISTICHE BOTANICHE Caducifoglia può raggiungere altezze di …

dettagli
NOCCIOLO (corylus avellana L.)

Corylus Avellana L.
CARATTERISCHE BOTANICHE Caducifoglia con portamento cespuglioso, che in coltura …

dettagli
PINO DOMESTICO (pinus pinea L.)

Pinus Pinea L.
CARATTERISTICHE  BOTANICHE Conifera ombrelliforme sempreverde che raggiunge …

dettagli
FARNIA (quercus robur L.)

Quercus Robur L.
CARATTERISTICHE  BOTANICHE Caducifoglia, raggiunge notevoli dimensioni di a …

dettagli

Piante coltivate Azienda Agricola Tartuficoltura Vecchi Vivai

CERRO ( quercus cerris L.)

CERRO  ( quercus cerris L.)

CARATTERISTICHE BOTANICHE

Caducifoglia raggiunge altezze fino a 30/35 mt. Il tronco dritto e slanciato che arriva a superare il metro, metro e mezzo di diametro, pianta notevolmente longeva.La chioma dapprima ovale, poi globosa e mediamente densa. Corteccia nei primi anni è grigia e liscia, ma già dopo una decina di anni si formano profonde scanalature verticali e parallele rugose di colore grigio scuro ma che, a differenza delle  altre quercie, mostra la zona di crescita di color salmone, molto evidente durante la stagione vegetativa. I rametti giovani sono un pò angolosi grigio scuri e quelli dell'anno sono bruni-rugginosi, tomentosi. Le foglie sono di forma molto variabile e tardivamente caduche; sono mediamente a profilo oblungo-obovato e arrotondate alla base, a volte troncate e leggermente cordate di colore verde scuro, lucide e ruvide nella parte superiore, mentre sono più chiare nella pagona inferiore, glabre di consistenza coriacea. I frutti sono le ghiande che maturano nel secondo anno dalla fioritura , sono grandi, solitarie o riunite in 2/4 su un breve tozzo peduncolo, la cupola è rivestita da lunghe squame flessuose e morbide. Pianta mesofila,  sensibile alle gelate tardive ed ai freddi intensi, preferisce terreni profondi, fertili e poco aridi di natura silicea e argillosa, ma non disdegna i suoli calcarei sub-alcalini ricchi di calcio. Il cerro ha un areale più ristretto della roverella e comprende le regioni dell'Europa centro-meridionale ed oriental, in Italia è molto diffuso nell'Appenino e aree collinari comprese tra i 500 e 1.200 metri di altitudine. In natura si trova in simbiosi con Tuber Magnatum, Tuber Aestivum, Tuber Brumale e più raramente con il Tuber Melanosporum, mentre in tartuficoltura risulta essere adatta alla micorizzazione con Tuber Aestivum, Tuber Melanosporum, Tuber Brumale.

 

 


Richiedi informazioni per questo prodotto

 

 Prodotto


Nome * (* Campi Obbligatori)  
Cognome *  
Email *  
Telefono
Città
Note

Codice di verifica

CAPTCHA *

Iscrizione alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter
 

Trattamento dei dati

Concedo il consenso *